Home / Comunicati Sindacali / C.C. Potenza – Gestione del servizio al personale di Polizia Penitenziaria – Gravi disagi

C.C. Potenza – Gestione del servizio al personale di Polizia Penitenziaria – Gravi disagi

 

 

Prot. n. 319/2017 S.R. Basilicata                                          Potenza, 31 gennaio 2017

URGENTISSIMO

                                                                                                   Al Sig. Direttore della Casa Circondariale

                                                                                                  • Dr.ssa Maria Rosaria PETRACCONE

                                                                                                  POTENZA

                                                       e per conoscenza

Al Sig. Provveditore Regionale dell’Amm.ne

Penitenziaria per la Puglia e Basilicata

• Dott. Carmelo CANTONE

BARI

Al Sig. Segretario Generale S.A.P.Pe.

• Dott. Donato CAPECE

ROMA

Alla Segreteria S.A.P.Pe.

presso la Casa Circondariale

POTENZA

 

OGGETTO : C.C. Potenza – Gestione del servizio al personale di Polizia Penitenziaria – Gravi disagi.

Dopo numerose segnalazioni pervenute ultimamente a questa Segreteria regionale, non posso esimermi nel partecipare alla S.V. un collettivo disagio da parte della Polizia Penitenziaria di Potenza, circa una cattiva gestione dei turni e dei posti di servizio programmati dall’ufficio incaricato, che sta creando molto malumore e stress psicologico tra il personale in servizio presso codesta sede.

Oltre alla cattiva gestione dei turni e dei posti di servizio che non risulterebbero ispirati a trasparenza e uguaglianza tra il personale di Polizia Penitenziaria, ho spesso ricevuto anche segnalazioni di comportamenti scorretti e/o scontrosi da parte del personale preposto all’Ufficio servizi nei confronti di coloro che si recano in tale luogo per chiarimenti o per segnalare eventuali esigenze personali.

Da una sommario controllo si è potuto accertare alcune discrasie sia sulle programmazioni mensili che sulla redazione quotidiana dei servizi riportati sui modd. 14/A come ad esempio una non equa ripartizione delle diverse fattispecie che riguardano le fasce orarie previste per il personale incardinato nel c.d. “servizio a turno” ed una non equa partecipazione all’espletamento del servizio a turno da parte del personale delle c.d. “cariche fisse”; in tale ottica auspico una immediata soluzione anche in deroga alla locale vigente organizzazione del lavoro, ormai ritenuta obsoleta e non più funzionale anche da codesta A.D., allorquando, in alcuni casi ritenuti necessari, la S.V. ha adottato provvedimenti temporanei per la soluzione di altre criticità che si sono presentate di volta in volta, anche in deroga ai vigenti accordi.

Dai controlli effettuati, poi, ne deriva che nella programmazione mensile predisposta ad alcuni poliziotti si può tranquillamente rilevare una regolare ripartizione dei turni (ad esempio i turni di 16-24) , invero nella predisposizione giornaliera dei modd. 14/A, tali turni vengono poi modificati in turni antimeridiani, agevolando sempre gli stessi ed a discapito di altri, soprattutto nelle ore serali che solitamente si registra puntualmente una grave mancanza di personale e che obbliga quello rimanente a sobbarcarsi troppe incombenze e troppe responsabilità, creando un serio pericolo di sicurezza dell’Istituto.

Ulteriore questione che andrebbe urgentemente rivisitata e che crea non poco dissapore, riguarda la predisposizione di porre obbligatoriamente in congedo ordinario d’ufficio il personale di Polizia Penitenziaria senza una preventiva comunicazione agli interessati, tanto che il personale prende atto di essere stato posto in congedo ordinario d’ufficio soltanto dopo l’esposizione del servizio programmato. Tale procedura non appare assolutamente corretta, bensì sarebbe opportuno che il personale che ha accumulato un considerevole numero di giornate di congedo arretrato, il più delle volte per colmare le stesse esigenze di codesta amministrazione, venisse invitato a presentare un piano di ammortamento delle ferie, secondo le proprie esigenze personali.

Auspicando un suo cortese ed urgente interessamento ai problemi rappresentati ed in attesa di conoscere i provvedimenti che riterrà opportuno adottare, invio Distinti Saluti.

 

 

 

 

SCARICA IL DOCUMENTO IN PDF

   319-2017-S.R.-C.C.-Potenza-–-Gestione-del-servizio-al-personale-di-Polizia-Penitenziaria-–-Gravi-disagi.pdf

 

di Segreteria

Controlla anche

CARCERE MINORILE DI POTENZA: Minorenne salvato in extremis dalla Polizia Penitenziaria

Una serie di provvedimenti restrittivi di natura penale che negli ultimi tempi hanno colpito un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente alcuni servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una migliore esperienza di navigazione. Cookie policy